Subscribe via RSS Feed Flickr Anobii YouTube

A Firenze si presentano i dieci anni di Artelibro

» 17 maggio 2013

Il 24 maggio 2013, alle ore 17.30, presso la Nardini Bookstore (via delle Vecchie Carceri, Firenze) Artelibro Festival del Libro d’Arte presenta la sua decima edizione MUSICA PER GLI OCCHI. Collezionismo all’Opera e la mostra di Lorenzo Perrone IL MIO CANTO LIBERO.

In occasione de Il Maggio dei Libri, venerdì 24 maggio presso Nardini Bookstore di Firenze si terrà la presentazione della decima edizione di Artelibro Festival del Libro d’Arte dal titolo MUSICA PER GLI OCCHI. Collezionismo all’Opera (19 – 22 settembre 2013, Palazzo Re Enzo e del Podestà – Bologna).

Una manifestazione che, anno dopo anno, ha conquistato una straordinaria partecipazione di pubblico (50.000 nel 2012) e di espositori italiani e internazionali provenienti da ogni parte del mondo: librai antiquari, importanti marchi editoriali e realtà indipendenti legate al mondo dell’autoproduzione, i più autorevoli editori di fac-similari e di libri d’artista, di volumi a tiratura limitata e stampe d’arte, enti istituzionali, associazioni e magazine specializzati.

Il libro è l’assoluto protagonista di questa kermesse culturale che trasforma ogni anno Bologna nella capitale internazionale del libro antico e di pregio. Celebri bibliofili, collezionisti e storici dell’arte danno vita a lezioni e cicli di conferenze gremite di pubblico, i professionisti del settore sono coinvolti in workshop e incontri specializzati mentre gli artisti offrono il loro originale contributo “su carta”, per lo più inedito.

Nardini Bookstore ideata da Nardini Editore, marchio storico dell’editoria dedicata alla Conservazione dei Beni culturali e al restauro, è una libreria specializzata sui diversi ambiti dell’editoria di pregio e di quella legata al territorio e alla conservazione del Patrimonio culturale materiale e immateriale.

Nei suoi spazi, in occasione della presentazione di venerdì 24 maggio, si inaugura la mostra Il mio canto libero dell’artista Lorenzo Perrone, che da diversi anni partecipa alla manifestazione bolognese con i suoi Libri Bianchi, realizzati a partire da volumi reali sui quali infierisce con acqua e colla, gesso e vernice bianca, spogliandoli del loro contenuto e ottenendo così una scultura materica. Il progetto espositivo Il mio canto libero (fino al 14 giugno) trae ispirazione dalla sede della Libreria Nardini, sita nel complesso dell’ex carcere fiorentino delle Murate, tristemente noto in quanto centro di raccolta e tortura di partigiani, prigionieri politici e dissidenti durante la Seconda Guerra Mondiale. Il tema trattato dalle opere qui presentate è proprio quello della libertà di stampa e della censura: libertà e democrazia sono al centro delle opere dedicate alla giornalista russa Anna Politkovskaja, assassinata per la sua battaglia di verità sulla Cecenia, o all’attivista birmana Aung San Suu Kyi. I libri bianchi di Perrone, con il loro candido silenzio di parole, urlano per dare voce ad un “canto libero”, titolo di uno dei suoi Libri Bianchi.

Ufficio stampa:
irene.guzman@artelibro.itwww.artelibro.it – tel. 349 1250956

  • Share/Bookmark

Categoria: Artelibro News

Inserisci un commento




Se vuoi visualizzare un'immagine vicino ai tuoi commenti, puoi procurarti un Gravatar.