Subscribe via RSS Feed Flickr Anobii YouTube

Artelibro 2006

- la presentazione
- la lista degli espositori
- il programma
- la relazione conclusiva

Artelibro Festival del Libro d’Arte
Bologna, Palazzo di Re Enzo e del Podestà
15 – 17 settembre 2006 inaugurazione 14 settembre 2006

Anche quest’anno Artelibro si terrà in settembre, dal pomeriggio di giovedì 14, momento inaugurale, a domenica 17 settembre compresa. Grazie alla straordinaria disponibilità delle istituzioni cittadine, e in particolare del Comune di Bologna,  potrà tenersi ancora una volta nel cuore storico della città: la mostra-mercato di libri d’arte in Palazzo di re Enzo e del Podestà e quella del libro da collezione e d’antiquariato nel Cortile dell’Archiginnasio; gli eventi culturali si svolgeranno nei musei, nelle biblioteche, nelle più prestigiose sale cittadine.

Verrà presentata anche la “Giornata del Contemporaneo” promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e coordinata da Ludovico Pratesi.

Il programma culturale del Festival, articolato all’interno dei principali filoni di trattazione secondo criteri di interesse scientifico, divulgativo e didattico, si presenta molto ricco di incontri e mostre, frutto sia delle proposte d’attualità e d’elezione degli editori, sia del lavoro di proposizione e raccordo svolto dal nostro comitato scientifico.

Questi i principali filoni:

Temi e Protagonisti della storia dell’arte

Beni culturali e patrimonio artistico

Arte contemporanea, fotografia e design

Catalogazione e archivi, copyright e brevetti

La comunicazione dell’arte attraverso i media televisivi e giornalistici

La didattica dell’arte e la didattica mediante l’arte

Libro d’artista e arte del libro

Iconografie e simboli nelle epoche artistiche e nelle religioni

Numerose sono le iniziative proposte o direttamente curate da sostenitori e sponsor,  che trasversalmente si collocano nei vari filoni.

Il programma realizzato con UniCredit Group è incentrato sull’arte contemporanea e in particolare sul ruolo dei musei come luoghi di esposizione o laboratori/attivatori e come elementi di sviluppo territoriale, sulle opportunità didattiche innovative costituite dai modelli di Art-based learning, sulla divulgazione del supercontemporaneo in arte, sulla fotografia con la partecipazione al concorso fotografico riservato alle scuole, volto all’analisi critica del territorio urbano ed extraurbano.

ll programma di Architettura vede dibattere la “forma Urbis del terzo millennio”  con la collaborazione ancora di UniCredit per i musei, di Ferrovie dello Stato per nuove stazioni e alta velocità, di Associazione Nazionale Costruttori Edili Emilia-Romagna, Consorzio Cooperative Costruzioni e di Fondazione del Monte per nuovi insediamenti e riqualificazione urbana; una focalizzazione ulteriore in tema d’insediamento urbano riguarderà l’”ufficio” e sarà curata da The Plan editions, per tornare a conversare di architettura del XX secolo, con Mario Botta e Philippe Daverio, a cura di Skira.

Il programma sul Design, promosso da Banca Popolare di Milano tratta il tema delle collezioni e conservatorie come testimonianza di vocazioni progettuali e produttive e come tracciato storico di una leadership del design italiano internazionalmente riconosciuta. Norme e riconoscimenti legislativi per le collezioni di design sono l’assunto dell’incontro “10.000 Gioconde. Il prodotto seriale e i musei del design” a cura del presidente dell’ADI – Associazione per il Disegno Industriale, Maurizio Morgantini.

Il tema, esteso alla protezione di marchi/brevetti industriali fino al made in Italy, con la partecipazione di Confindustria Bologna, entra a pieno titolo anche nel filone “Catalogazione…e brevetti”.

L’Associazione Italiana Editori continua nell’analisi del tema “Diritti delle immagini” con un convegno sul Catalogo Unico del Patrimonio che indagherà sulla possibilità da parte degli editori di utilizzare i 5 milioni di schede catalogate da Stato e Regioni, e sulla loro funzione per la conservazione e la tutela.

La valorizzazione del patrimonio culturale del nostro paese è anche al centro dell’incontro “Editoria d’arte e turismo culturale” che vede la partecipazione di editori particolarmente impegnati nella pubblicazione di studi e guide a monumenti e territori locali (Carsa Edizioni, Ilisso, Mandragora, Priuli e Verlucca, Scala). Di grande interesse infine la tavola rotonda “Scatti di editoria” dove si parlerà di fotografia: editoria specializzata, agenzie fotografiche, gallerie, archivi, da Alinari a Motta, da Grazia Neri a Contrasto, da Scala a Damiani e Photology.

La fotografia è al centro di altre iniziative importanti quali il convegno della Fondazione Federico Zeri che annuncia l’accesso al pubblico della celebre fototeca, promosso da Alma Mater Università di Bologna,  e il servizio offerto dall’Archivio Scala ai visitatori di Artelibro che potranno “navigare” nella più prestigiosa banca d’immagini d’arte del mondo.

Per il secondo anno consecutivo Artelibro, in collaborazione con l’Associazione Dedalo e l’Istituto per i Beni Ambientali, Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna, ha indetto un concorso fotografico per le scuole medie superiori sul tema della “città”. La premiazione delle migliori fotografie alla presenza di Mimmo Jodice e la relativa mostra si svolgeranno in Palazzo Magnani, prestigiosa sede di UniCredit Banca, che accoglierà numerosi altri eventi del programma culturale del Festival.

Il libro è di nuovo protagonista negli incontri organizzati dall’Associazione Librai Antiquari d’Italia sul rapporto fra tutela del patrimonio librario e libertà di commercio, il valore delle librerie storiche e il mercato del libro. Parteciperanno famosi bibliofili come Oliviero Diliberto, soprintendenti e autorità ministeriali. A rappresentare i librai Umberto Pregliasco e Giacomo Lodetti.

Di norme legislative si tratterà anche nel dibattito promosso dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna sul “Diritto di seguito“ nell’arte contemporanea, argomento e scottante che coinvolge tutto il mercato dell’arte e di cui parleranno il giurista Giulio Napolitano e il presidente dell’Associazione Nazionale delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea Massimo Di Carlo.

Nel filone Patrimonio Artistico e Beni Culturali, importante l’iniziativa che indaga ai massimi livelli lo stato dell’arte del dibattito, i nodi cruciali, i principali interlocutori e le ricette eccellenti: “dove dirigere lo sforzo in tanta complessità?” e inoltre” “può l’investimento privato in beni e attività culturali moltiplicare il proprio valore mediante l’adozione di un comportamento sinergico con le altre forze in campo per un obiettivo comune e la contestuale elevazione di questo comportamento a modello condiviso di azione efficace?”

Il rapporto fra serialità e unicità è posto dal convegno “Libro d’artista e biblioteche” promosso dalla Soprintendenza per i Beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna, che testimonia la presenza di importanti fondi di libri d’artista in biblioteche nazionali come quella di Firenze e in biblioteche specializzate come la Poletti di Modena.

“Comunicare l’arte” è la sfida culturale dei giornali, della televisione, della pubblicità. “L’uso e la manipolazione delle immagini artistiche”, “Arte e televisione”, “Come divulgare l’arte contemporanea” saranno gli argomenti trattati in Artelibro e coordinati da Marco Carminati che si avvarrà del contributi di critici e storici dell’arte (Marco Vallora e Angela Vettese), grafici e art director di importanti periodici e quotidiani.

Di grande interesse per  gli addetti ai lavori, ma anche per le famiglie e il grande pubblico, il tema della “didattica dell’arte” nelle scuole, nei musei, negli ateliers degli artisti, nelle case, nelle università: metodi ed esperienze diverse si confrontano sia dal punto di vista teorico sia attraverso laboratori pratici. Sarà presentato anche il Master in Management Culturale Internazionale promosso dall’Università di Genova e dal Ministero degli Affari Esteri.

Per Iconografia e Simboli: FMR-Art’è, in collaborazione con l’Istituto Veritatis Splendor, dedica cinque incontri all’iconografia e simbologia religiosa nell’arte con la partecipazione di Timothy Verdon e Andrea Dall’Asta.

Per Temi e protagonisti della storia dell’arte, di grande rilevanza la programmazione delle case editrici.

Electa prosegue il programma di divulgazione sui grandi nomi dell’arte e dell’architettura presentati e descritti da personalità di spicco: Annibale Carracci presentato da Eugenio Riccomini, Andrea Mantegna da Giovanni Agosti, Ingres da Anna Ottani Cavina, Carlo Scarpa (di cui quest’anno ricorre il centenario) da Francesco dal Co, Amedeo Modigliani da Beatrice Buscaroli, Rembrandt da Stefano Zuffi. E presenta due libri, uno di Jadranka Bentini sulla Ceramica del Novecento e uno di Flavio Caroli.

Motta Editore propone uno dei suoi grandi libri d’arte, Michelangelo scultore di Cristina Acidini, e Motta Junior un Mantegna per ragazzi spiegato da Vittorio Sgarbi.

Saranno Valerio Massimo Manfredi e Lorenzo Braccesi a presentare La profezia di Enea di Heliopolis Edizioni e Mimmo Paladino il Don Chisciotte di Editalia.

Ancora Silvana Editoriale, con il successo di Antonello da Messina e Franco Marzatico a introdurre l’iniziativa su Romanino.

Presenti con le novità dell’autunno anche Franco Cosimo Panini, Ilisso Edizioni, Skira, Spirali, Utet, Zanichelli.

Non mancano eventi in luoghi particolari: nella Cappella dell’Arca della Basilica di San Domenico si parla di scultura rinascimentale e di Sacra Scrittura con il responsabile del Centro San Domenico Paolo Garuti. Nel prezioso Teatro Anatomico della Biblioteca dell’Archiginnasio si svolgono, come in antico, alcune lezioni magistrali.

La collaborazione con importanti musei – Castello di Rivoli e MART – con mostre di “libri d’artista” di altissimo profilo completa il percorso espositivo relativo all’arte moderna e contemporanea, già avviato con la Galleria d’Arte Moderna di Bologna, prossima a trasferirsi nella nuova sede del MAMbo.

Tra le mostre vogliamo anche segnalare Indice Scultura III, percorso di scultura all’interno di Palazzo re Enzo e del Podestà promosso da ASCOM-Associazione Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Bologna; le mostre fotografiche Somewhere there is music del fotografo americano Larry Fink, a cura di Valerio Dehò, promossa da GAM e Damiani Editore; Pierluigi. On Cinema di Photology, mostra sul cinema degli Anni Cinquanta, con catalogo e testi di Claudia Cardinale; Omaggio a Bologna dei Fratelli Alinari, un prezioso insieme di 40 significative immagini della città di Bologna dagli Archivi Villani, con catalogo a cura di Claudio Marra; Parchi di Bologna di Armin Linke e Gabriele Basilico, a cura della Fondazione Villa Ghigi e promossa dalla Fondazione Carisbo e dalla Provincia di Bologna; nella Cappella dei Carcerati in Palazzo re Enzo la videoinstallazione di Silvia Camporesi promossa da Artelibro.

Nel suggestivo spazio della Galleria d’Accursio in Piazza Nettuno le Edizioni della Laguna espongono l’intera collezione di Ver Sacrum, la rivista d’arte della Secessione viennese, mentre Ilisso Edizioni presenta un’esposizione insolita e originalissima di 300 progetti per segnalibro realizzati da 100 artisti della Sardegna.

Le Istituzioni museali e le Biblioteche cittadine partecipano con importanti iniziative, dalla mostra Bologna 1935: la scoperta del Settecento bolognese a cura di Carla Bernardini, promossa dai Musei Civici d’Arte Antica, alla presentazione del libro Fulgor Bononiae promossa dall’Archivio di Stato di Bologna con la partecipazione di Salvatore Italia, capo del Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari del Ministero dei Beni Culturali; dalla mostra Hebraica Veritas. Edizioni ebraiche del XVI secolo, promossa dal Museo Ebraico di Bologna, ad Arte e scienza nei libri di Ulisse Aldrovandi, promossa dalla Biblioteca Universitaria Bolognese, a Libri d’arte e d’artista da collezioni svizzere a cura di Pietro Bellasi, organizzata dall’Alliance Française.

Artelibro è un Festival gratuito per il pubblico grazie agli Enti e Istituzioni che lo promuovono e agli sponsor che ne sostengono la realizzazione.